mercoledì 25 luglio 2012

Simone Rossetto - Sereno Smarrimento


Quando non incrocio il tuo
sguardo
tra le onde rimango senza
rotta,
mi fermo ad aspettare,
allo scarroccio mi lascio
cullare.
Sereno attendo la guida,
una stella, una corrente,
un cambio di vento, una nuvola bizzarra.
Non c’è solitudine,
nemmeno nella tempesta,
sento il sole che mi osserva,
io con l’ombra per coperta.
Il vento mi scoprirà.
E se non sarà il vento
sarà il tuo sguardo,
sarà il tuo profumo.
Quello lo sento sempre,
anche se rapito dalle stelle,
ne ho con me una boccetta
non esala mai, eppur mi fa da
pelle.