martedì 19 giugno 2012

Assassin' s Creed

Desmond Miles vive nel 2012 e lavora come barista, viene catturato e portato dentro un edificio da dei ricercatori dell'Abstergo per condurre delle ricerche.
Hanno infatti scoperto che lui era un membro della "setta" degli Assassini che, nel 2012, si nascondono e restano per lo più in incognito. L'abstergo sta conducendo esperimenti con una macchina chiamata Animus, che collega le persone con i loro antenati, facendogli rivivere determinati eventi vissuti. L'antenato di Desmond è Altair, assassino che vive all'epoca della Terra Crociata in Terra Santa.
L'abstergo decide quindi di "usare" le memorie di Desmond per trovare dei determinati artefatti, con cui Altair e la setta degli assassini sono venuti in contatto in quel periodo.
Iniziano quindi a fargli rivivere determianti momenti, in cui Altair uccide personaggi più o meno famosi.
Il capo degli assassini, Al Mualim, incarica Altair di uccidere nove persone, tutti e nove accusati di crimini orribili, di sfruttare la popolazione, ridurli in schiavitù, fare embarghi etc. Altair però inizia ad avere sempre più dubbi ad ogni omicidio, visto che ognuna delle persone che uccide non sembra affatto pentita, anzi,
sembra sicura che le sue azioni oltre che ottime, serviranno ad un futuro migliore. Altair va quindi ad uccidere l'ultimo bersaglio, Roberto di Sable, lui però gli rivela che a trovare il tesoro non furono nove persone, ma dieci e prima di morire gli spiega che il decimo è proprio Al Muhalim. Altair torna quindi a Masyaf e chiede
spiegazioni al gran maestro degli assassini, che intanto sta usando il "tesoro" per tenere sotto controllo (mentalmente) tutta la città. Altair ed alcuni assassini ( i pochi ancora lucidi) cercano quindi di capire che cosa è successo, Al Muhalim in realtà voleva il tesoro per sè, e voleva che Altair uccidesse gli altri nove che erano venuti a conoscenza del tesoro e del suo poter proprio per poterlo usare da solo. Altair uccide quindi Al muhalim e prende il tesoro, non riesce però a distruggerlo, non avendone la forza ma appare una mappa che mostra tutti i punti dove si trovano i vari tesori dei templari, sparsi per il mondo. Desmond viene fatto uscire dall'animus, e non viene uccido solo perché lucy, collaboratrice e ricercatrice per l'abstergo ( e assassina in realtà, anche se solo desmond lo sa ) convince gli altri che potrà essergli ancora utile.
desmond torna quindi nella sua stanza, dove trova delle strane scritte, date, disegni, scritti con il sangue e visibili solo con una particolare tecnica (occhio dell'aquila) nota solo agli asssassini e che ora desmond, grazie alla completa fusione con altair, padroneggia perfettamente.